L’incontro con gli studenti dell’Università e il Circolo Trentino di Florianopolis


Cosa si prova a fare un tuffo nell’oceano all’alba? Chiedetelo ad Andy, il cantante dei Next Point, che stamattina ha sfidato il sonno arretrato e la spiaggia deserta per goderselo. La tempra dei primierotti non ha eguali! Colazione veloce e le 5 band trentine sono pronte per il primo appuntamento della giornata. La classe di lingua e letteratura italiana li aspetta all’università: vuole conoscere questi giovani musicisti d’oltreoceano, togliersi qualche curiosità sulla cultura che studiano ed esercitarsi un po’ con la lingua. Accolti da un fragoroso applauso e qualche battutina sulla leggendaria puntualità degli italiani che anche questa volta sembra non volersi smentire, i gruppi sono pronti a salire uno ad uno in cattedra per presentarsi. I Resando puntano sul colpo di scena e sfoderano subito il video della loro canzone “Secret”. A quel punto a Roccia – alias Michele Ceola, bassista – non resta che dire “Ciao”: il pubblico è in delirio! L’intesa è immediata, gli studenti brasiliani sono molto propositivi e i nostri reggono bene il “gioco delle finte rock star” che si è creato. Anche i Next Point vengono accolti clamorosamente e gli studenti iniziano a fare qualche domanda sul Trentino, sul processo creativo che sta dietro la realizzazione di un pezzo rock e sulle difficoltà di passare dall’uso dell’inglese a quello dell’italiano nella scrittura dei testi. Gio_venale sfrutta la carta delle canzoni scritte “solo in italiano” per ingraziarsi i ragazzi. Molte sono le curiosità degli studenti sul connubio musica-arte visiva del loro progetto. Qualcuno ipotizza che Matteo Morandini – bassista – sia in realtà il figlio illegittimo di John Lennon, in Brasile sotto copertura. Il trio lascia loro il dubbio e cede il palco ai Bob and the Apple. La giovane età e la quantità di capelli fanno centro, la vena metallara di Bruno – batterista – è la ciliegina sulla torta. Qualche domanda sull’Italia e la tradizione musicale melodica e anche i Bob tornano a sedersi. I Nibraforbe sfidano i Resando e sfoderano a loro volta l’arma del videoclip (“Trento”). La loro dichiarazione d’amore alla città colpisce nel segno e la presenza dell’unica ragazza – Anna ‘Saltafossi’ Berloffa – accresce ulteriormente la simpatia verso questa band. L’incontro si conclude con la proiezione del video “Il sole dentro” di Anansi e l’applauso a Matteo Scotton, regista di tutti e tre i video mostrati. Dopo aver rinnovato l’invito a partecipare al concerto del giorno seguente, si mettono tutti a disposizione per le fotografie con gli studenti. Davvero un’accoglienza invidiabile! Vengono raggiunti dalla stampa locale alle quale rilasciano altre dichiarazioni sul progetto Live@Brasile, sull’Italia e sulla loro musica.

L’intero pomeriggio è dedicato alla preparazione per il concerto: il service monta l’attrezzatura, i musicisti ammirano il Floripa Music Hall e iniziano a provare. Ma il tempo vola e sono attesi a cena dal Circolo Trentino di Florianopolis. Con il crescere della confidenza la comunicazione si fa serrata ed il dialetto trentino si impone come lingua dominate. C’è anche un emittente televisiva locale, che ha una richiesta particolare: vorrebbe sentire i ragazzi cantare tutti assieme. Non chiedono una canzone in particolare, forse si aspettano una hit del rock italiano. I nostri ragazzi invece, dopo aver improvvisato una prova generale nel cortile del ristorante, si esibiscono in un sentito “Inno al Trentino”, magistralmente orchestrati da Anna dei Nibraforbe.
Tutti composti, schiene diritte e mani conserte. Il risultato strappa qualche sorriso a chi li conosce, ma tutto sommato non delude le aspettative dei commensali! Anche questa giornata si conclude, ognuno torna nella propria stanza. Il primo concerto è ormai vicinissimo, domani il resto delle prove e il momento della verità: il pubblico di Florianopolis apprezzerà il loro show?

Veronica Weiss

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>